Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

Dr.ssa Michela Barducco

Dietista, Naturopata, Counselor e Floriterapeuta

Formazione in Riflessologia Plantare

Alimentazione e trattamenti naturali

IL TARASSACO

Il tarassaco, conosciuto anche come dente di leone per i fiori gialli che produce (anch'essi commestibili), è una pianta molto comune che cresce spontanea: le foglie del tarassaco sono consumate istintivamente dagli animali per i benefici sull'apparato digerente e le proprietà disintossicanti tuttavia, data la capacità del tarassaco di assorbire sostanze inquinanti e soprattutto piombo, se può esserci rischio di inquinamento è meglio evitare la raccolta delle piante che crescono spontaneamente. 

Il tarassaco si trova comunque anche in vendita come cespo verde, senza fiori; contiene poche calorie (36 kcal/100 g), flavonoidi, vit. A (992 mcg/100 g), vit. B1 (0,19 mg/100 g), vit. B2 (0,17 mg/100 g), vit. B3 (0,8 mg/100 g), vit. C (52 mg/100 g), ferro (3,2 mg/100 g), calcio (316 mg/100 g), potassio (440 mg/100 g) ma non contiene grandi quantità di fibre (0,4 g/100 g).

Il tarassaco contiene sostanze amare che gli conferiscono il tipico sapore, ha proprietà depurative e diuretiche, favorisce la digestione (stimolando la produzione di bile) ideale nelle diete per il controllo del peso e disintossicanti.

Il tarassaco può essere consumato crudo in insalata (e questo è il modo ideale, che permette tra l'altro di preservare il contenuto di vit. C) o stufato oppure può essere utilizzato nella preparazione di minestre, frittate e primi piatti asciutti. I fiori in bocciolo si possono consumare bolliti o in insalata e si prestano ad essere conservati sott'aceto. Con le radici (che si possono acquistare in erboristeria) è possibile preparare un decotto.

Risotto con tarassaco (per 1 porzione)

Fate tostare leggermente 80 g c. di riso (preferibilmente integrale) in una padella antiaderente, aggiungete uno spicchio d'aglio, sfumate con vino bianco, aggiungete un mazzetto di tarassaco tagliato a striscioline e proseguite la cottura con brodo vegetale.

A fine cottura aggiustate di sale e aggiungete 1 peperoncino fresco tagliato fine o 1 pizzico di peperoncino in polvere. Condite fuori dal fuoco con 1 c di olio extra vergine di oliva.

0