Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

Dr.ssa Michela Barducco

Dietista, Naturopata, Counselor e Floriterapeuta

Formazione in Riflessologia Plantare

Alimentazione e trattamenti naturali

LE BARBABIETOLE

Le barbabietole hanno un apporto calorico contenuto (19 kcal/100 g), sono ricche di fibre (2,6%) e antiossidanti, vit. C (7 mg/100 g), fosforo (21 mg/100 g) e potassio (300 mg/100 g).

Le barbabietole possono avere effetti ipotensivi per il contenuto di nitrati, sono perciò indicate a chi soffre di ipertensione, mentre al contrario sono sconsigliate a chi soffre di calcolosi renale, in particolare a chi ha calcoli di ossalato, perché contengono elevate quantità di acido ossalico.

Le barbabietole possono essere consumate crude, affettate a julienne o grattugiate, condite con olio, sale, pepe e, se piace, un po’ di aceto, oppure cotte, calde o fredde, condita con una vinaigrette o unite alle insalate (si trovano facilmente in vendita già cotte); della barbabietola, anche se è più inusuale, si possono consumare anche le foglie: lesse e condite con olio e sale e, se piace, limone.

Barbabietole piccanti

Preparate il condimento con 1 C di olio, 1/2 spicchio di aglio affettato fine, la punta di un c di peperoncino in polvere e un pizzico di sale a porzione e lasciate riposare.

Tagliate la barbabietola già cotta a dadini e fatela intiepidire a vapore; se si utilizzano barbabietole crude, cuocerle in forno a 180°C per 1 ora 1/2 c. prima di tagliarle a dadini.

Condite le barbabietole calde con il condimento preparato e consumate come contorno o antipasto leggero. 

0