Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

Dr.ssa Michela Barducco

Dietista, Naturopata, Counselor e Floriterapeuta

Formazione in Riflessologia Plantare

Alimentazione e trattamenti naturali

Il mio blog

Blog

LA SALVIA

Posted on October 13, 2016 at 11:40 AM
La salvia, come altre erbe aromatiche, può essere utilizzata in cucina per insaporire i cibi senza dover eccedere con i sale e con condimenti grassi e risulta anche importante per le sue qualità benefiche per la salute e il benessere.
La salvia contiene buone quantità di vitamine e sali minerali: in particolare potassio (1070 mg/100 g), vitamina A (5900 IU/100 g), calcio (1652 mg/100 g), manganese (3133 mg/100 g), vitamina K (1714 mcg/100 g), beta-carotene (3485 mcg/100 g) e fitosteroli (244 mg/100 g) ma anche ferro, magnesio, fosforo, zinco, folati e luteina.
La salvia trova molti impieghi nelle terapie naturali: è in grado di facilitare la digestione, può avere un'azione riequilibrante sul sistema nervoso, è utile per la salute delle gengive e del cavo orale; essendo ricca di flavonoidi e sostanze estrogeniche risulta un valido alleato per contrastare disturbi femminili legati al ciclo mestruale o alla menopausa, in questo caso soprattutto per contrastare le vampate e per evitare la sudorazione eccessiva.
Da una ricerca pubblicata sul British Journal of Pharmacology è emerso che la salvia e il rosmarino contengono due principi attivi dotati di un potente effetto antinfiammatorio e antidolorifico, aprendo la strada alla messa a punto di nuovi farmaci di derivazione naturale.
Oltre alla salvia comune (Salvia officinalis) esistono anche altre varietà meno conosciute: la salvia gigante, ideale nella preparazione di involtini, la salvia Tricolor, apprezzata anche come pianta ornamentale, la salvia ananas (Salvia rutilans), ideale nella preparazione di macedonie, dolci e piatti salati ai quali si vuole dare una nota esotica, la Salvia sclarea, dalla quale si ottiene un olio essenziale con proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.
La salvia può essere utilizzata fresca o essiccata, nella preparazione del sale alle erbe (da sola o con altri aromi), per preparare l'olio aromatizzato, nella preparazione di frittate, ripieni, torte salate, nell'impasto degli gnocchi e della pasta fresca, nell'impasto del pane, per insaporire primi piatti, zuppe, secondi piatti (di carne o pesce ma anche a base di legumi) e, anche se è meno frequente, nella preparazione di dolci.

INFUSO ALLA SALVIA
Mettete in infusione 2 c di foglie di salvia essiccate in 200 ml di acqua bollente per 15'
Consumate preferibilmente al naturale o dolcificato con 1 c di miele


FRITTATA ALLA SALVIA
(per 4 porzioni)
Con la farina di ceci - Amalgamare 150 g di farina di ceci e 50 g di farina con 300 ml di acqua (per un piatto più nutriente possiamo usare metà acqua e metà latte di soia); lasciare riposare per c. 10'.
Aggiungere 1 c di bicarbonato o di polvere lievitante a base di cremortartaro e bicarbonato, 1 pizzico di sale, una bella manciata di foglie si salvia tritate grossolanamente e una macinata di pepe.
Con le uova - E' possibile preparare una frittata classica con le uova, utilizzando, sempre per 4 porzioni, 6 uova e 4 C di parmigiano grattugiato. 1 pizzico di sale , una macinata di pepe e la stessa quantità di salvia.
Cuocere in forno a 200°C con carta da forno finché prende colore e girando a metà cottura o in padella antiaderente.

Categories: Conoscere gli alimenti

0