Dr.ssa Michela Barducco

Dietista, Naturopata, Counselor e Floriterapeuta

Riflessologa

Alimentazione e trattamenti naturali

Il mio blog

Blog

Il trattamento del sovrappeso e dell'obesità infantile

Posted on January 4, 2013 at 10:44 AM
Il trattamento dell’ obesità nell'infanzia ha lo scopo di modificare positivamente ed in modo persistente le abitudini alimentari e di vita (dunque non solo strettamente alimentari ma riguardanti anche il comportamento in generale e l’attività fisica in particolare) del bambino e della sua famiglia.     

Questo scopo generale può essere meglio compreso analizzando gli obiettivi più specifici del trattamento:
  • Riduzione del sovrappeso attraverso il mantenimento del peso corporeo o la sua riduzione a seconda dei casi
  • Prevenzione delle complicanze associate all’obesità
  • Corretta nutrizione - ripartizione equilibrata dei macronutrienti (proteine, carboidrati, lipidi), adeguato apporto di micronutrienti (vitamine e sali minerali), consumo di alimenti capaci di indurre un buon senso di sazietà, come frutta e verdura o alimenti ricchi di carboidrati complessi  e riduzione del consumo di alimenti ricchi di grassi e zuccheri semplici e ad elevata densità calorica
  • Raggiungimento di un equilibrio fra entrate (assunzione di alimenti) ed uscite energetiche (dispendio energetico) mediante lo svolgimento di un’attività fisica regolare (intesa sia come stile di vita attivo e movimento spontaneo sia come pratica di attività sportive vere e proprie) e l’educazione ad uno stile alimentare corretto 
  • Mantenimento della massa magra, in particolare massa muscolare metabolicamente attiva 
  • Riduzione della massa grassa 
  • Mantenimento di ritmi di accrescimento corretti 
  • Raggiungimento di un corretto rapporto fra peso e statura (rapporto la cui correttezza può essere verificata calcolando il BMI, indice di massa corporea, dato dal rapporto fra peso in kg e statura in metri al quadrato) 
  • Mantenimento dell’equilibrio staturo-ponderale raggiunto     

Questi obiettivi si possono raggiungere attraverso due metodi
:   
  • un intervento educativo che miri ad una dieta bilanciata normocalorica - da applicarsi sempre per i bambini di età inferiore agli 8 anni o per i bambini di età superiore, qualora il sovrappeso sia lieve o moderato e non vi siano complicanze o nel caso in cui l’alimentazione abituale sia molto ipercalorica    
  • una dieta ipocalorica bilanciata - da applicarsi per i bambini di età superiore agli 8 anni con obesità di grado medio o elevato o nei quali siano già presenti complicanze o quando un precedente intervento di educazione ad una dieta normocalorica bilanciata sia risultato inefficace; la dieta ipocalorica dovrà sempre comunque essere accompagnata da un intervento educativo che garantisca la modifica persistente delle abitudini alimentari e più in generale comportamentali.   
L’approccio comportamentale parte dal presupposto che l’obesità dipenda da un apprendimento di comportamenti scorretti che dovrà essere sostituito dall'apprendimento di comportamenti corretti, con cui sostituire gradualmente i precedenti. 

Ai bambini e all'intera famiglia (la quale va sempre coinvolta nel trattamento, indipendentemente dalla tipologia d’intervento adottata) andrà insegnato ad affrontare le varie situazioni in cui si trovano a contatto con il cibo, a sviluppare uno stile di vita attivo e a sviluppare alcuni aspetti psicologici come l’autostima, l’autoefficacia e le abilità sociali.   

Indipendentemente dal metodo utilizzati una particolare attenzione andrà posta a garantire:
  • un adeguato apporto di calcio, assumendo adeguate quantità di latticini e attraverso un corretto apporto di acqua medio-minerale
  • la riduzione graduale del consumo di grassi e zuccheri semplici
  • l’aumento del consumo di fibre - soprattutto attraverso l’incremento del consumo di frutta e verdura e di cereali complessi a discapito degli zuccheri semplici
  • l’importanza della prima colazione
  • il ridimensionamento degli spuntini
  • la corretta suddivisione degli alimenti nella giornata
  • la scelta delle fonti proteiche 
  • l’importanza di assumere pasti completi 

Categories: Sovrappeso e obesità

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

170 Comments